3 punti chiave per avviare un business di successo


chiaveMolti imprenditori investono un’incredibile quantità di tempo, energia e denaro per costruire business destinati a fallire. Purtroppo una volta avviata l’attività, questi imprenditori, entrano in contatto con la realtà e si risvegliano bruscamente!! Ovviamente questi imprenditori danno la colpa alla crisi, alla gente che non capisce, al concorrente che fa concorrenza, ecc. ecc.

Il problema di questi imprenditori è che sono appassionati ed entusiasti del business che hanno creato, spesso talmente tanto appsassionati da perdere il contatto con la realtà.

Generalmente questo tipo di imprenditori si avvicina al business in questo modo:

-> Hanno un’idea per un prodotto / servizio

-> Investono tempo, fatica e denaro nello sviluppo di quel prodotto / servizio

->Avviano un business per vendere quel prodotto / servizio

-> Spingono il loro prodotto sul mercato

-> Si rendono conto il mercato non lo vuole

-> L’azienda fallisce

Si tratta di una sfortunata serie di eventi che per troppi aspiranti imprenditori è diventata la realtà.

Che cosa questi imprenditori fanno male?

Gli imprenditori che hanno sperimentato la serie di eventi sopra elencati hanno ignorato i 3 punti chiave per iniziare qualsiasi attività commerciale:

1 Scegli il tuo target di mercato

2 Identifica un bisogno

3 Crea una soluzione e vendila

Esaminiamo meglio in dettaglio le 3 chiavi

1 Scegli il tuo target di mercato

Prima di costruire un business è necessario innanzitutto avere chiare le idee su qual è il target del vostro business. In pratica chi sono i potenziali clienti del business. Attenzione, “TUTTI” non è il tuo target di mercato. Se si tenta di attirare tutti, è probabile non attirare nessuno.

Domande da chiedersi:

Chi è il vostro cliente ideale? Dove vive? Quanti anni ha? Dove lavora? E’ sposato? Ha figli? Qual è il suo hobby? Che tipo di istruzione ha? Qual è il suo reddito annuo?

È necessario conoscere i dati demografici del vostro cliente ideale per vendere in modo efficace. Se non sapete chi è, e se non sapete dove trovarlo, come farete ad inviargli il vostro messaggio?

2 Identificare un bisogno

Una volta definito chi è il tuo target di mercato, si possono iniziare a valutare i bisogni e i desideri che influenzano il loro comportamento d’acquisto.

Domande da chiedere:

Quali sono le abitudini del vostro potenziale cliente? Quali sono le sue credenze? Che cosa vorrebbe fare meglio? Che cosa desidera? Che cosa lo preoccupa? Di cosa ha paura? Quali sfide sta affrontando? Per quale problema vorrebbe una soluzione?

E soprattutto: Quanto sarebbe disposto a pagare per la soluzione?

Se non siete in grado di identificare un problema specifico che il vostro potenziale cliente si trova ad affrontare e per cui sarebbe disposto a pagare per una soluzione, probabilmente è meglio che cercate in altri mercati.

3 Creare una soluzione e venderla al vostro target

Costruire un business di successo è molto più facile quando si sa già chi è il target di mercato, dove si trova, e quanto è disposto a pagare per una soluzione. Una volta che definite queste cose, il vostro unico scopo diventa trovare le persone e le risorse necessarie per offrire la soluzione al vostro mercato.

La soluzione potrebbe essere un prodotto, potrebbe essere un servizio o forse entrambi. Ma le vostre probabilità di successo aumentano in modo esponenziale, perché state vendendo qualcosa che il vostro mercato già vuole. Non state cercando di vendere loro qualcosa che non pensavano nemmeno di acquistare. Il bisogno/desiderio/necessità c’era già, loro cercavano una soluzione o aspettavano qualcuno che proponesse loro una soluzione.

Una volta avviato il business, comincerai ad acquisire cliente e generare profitti, ricorda di utilizzare una parte dei profitti per continuare a ricercare soluzioni all’interno del vostro mercato (o anche in ulteriori mercati), innova e continua a creare prodotti o servizi che superino le aspettative dei clienti. Questo contribuirà a garantire il successo nel lungo termine e garantire la sostenibilità del business.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *