Aprire un negozio di animali


Aprire un negozio di animali può essere un business divertente e appagante soprattutto per coloro che hanno un’innata affinità con gli animali.
C’è solo una cosa che gli animali non smettono di fare, e cioè di farci fare un sorriso ogni volta che li guardiamo. Infatti, la maggioranza di noi vede negli animali domestici un membro della famiglia. Tendiamo a curarli e coccolarli come se fossero nostri figli. E per questo motivo, i negozi di animali sono sempre più richiesti.
Un negozio di vendita di animali aderisce ai principi di gestione della vendita al dettaglio. Se si decide di aprire un negozio di animali dal niente è necessario, prima, imparare e capire i concetti base della vendita al dettaglio. È possibile trovare varie fonti di informazione per questo argomento, come internet, libri o CD didattici. Come prime cose per poter aprire un negozio di animali è necessario cercare un luogo adatto , creare il negozio, organizzare lo spazio, creare l’inventario, determinare i prezzi, gestire le finanze, elaborare un piano di interventi per gestire le esigenze di manodopera e così via. Tra le altre cose, il proprietario di un negozio di animali, dovrà anche responsabilizzare coloro che acquistano un animale, informando i clienti dell’impegno necessario per accudire e far star bene l’animale. Molto importante è che il proprietario di un negozio di animali conosca il modo corretto di curare e gestire gli animali all’interno del negozio. Questa responsabilità non deve essere presa alla leggera. Garantire il benessere degli animali dovrebbe essere la priorità assoluta nella lista del proprietario di un negozio di animali.

Quindi, nel negozio di animali dovrebbero essere mantenute le seguenti condizioni:
-Le gabbie per gli animali e gli acquari dei pesce devono essere adeguatamente distanziati (almeno un metro di distanza). Questo anche per permettere una facile pulizia. Non bisogna impilare le gabbie o gli acquari per più di due livelli e bisogna fare in modo che non cada niente, come cibo o rifiuti, nelle gabbie sottostanti.
-Prima di vendere un animale, bisogna dargli la possibilità di riposare per almeno 72 ore.
-Non tenere gli animali di razze incompatibili nella stessa gabbia e assicurarsi anche che le gabbie delle razze di animali incompatibili non siano poste in stretta vicinanza l’una all’altra.
-Facilitare la pulizia delle gabbie utilizzando appositi strumenti.
-Mantenere gli animali con il tipo e la quantità adeguate di cibo ed accertarsi che abbiano accesso all’acqua potabile pulita in ogni momento.
-La zona in cui ci sono le gabbie dovrebbe avere una ventilazione adeguata e sufficiente per assicurare che l’aria sia sempre fresca e pulita.
-Le gabbie devono essere robuste, resistenti, facili da pulire, e fatte con materiale atossico, come in acciaio inox o alluminio.
-L’area generale delle gabbie dovrebbe essere tenuta incontaminata e asciutta in ogni momento.
-Dove necessario, fornire cassette-nido, asciugamani, e lettiere, al fine di garantire agli animali una vita confortevole.
-Si dovrebbe avere una zona di lavaggio comoda alle gabbie.

Naturalmente, per ampliare l’offerta del negozio di animali, si potranno vendere prodotti alimentari e prodotti per la cura degli animali domestici. Infatti, molti proprietari di animali domestici sono disposti a spendere molto per comprare il meglio del meglio dei prodotti alimentari e per la cura dei loro amici a quattro zampe. La vostra forza sarà quella di trovare una nicchia di tutti i prodotti alimentari naturali, e di offrire un vasto assortimento in modo da potersi posizionare come un fornitore leader di questo settore.
Ci sono alimenti del tutto naturali speciali per ogni tipo di animale domestico con qualsiasi patologia come animali diabetici con problemi renali, cibo per uccelli da compagnia, animali vari e animali esotici come serpenti. Ci sono anche panifici che si specializzano nel fare i biscotti per cani e altri prodotti gustosi. In aggiunta, alcuni venditori ampliano l’offerta con altri prodotti come collari e guinzagli, ma questa offerta varia a seconda delle possibilità d’investimento e dello spazio disponibile.
Negli ultimi anni si stanno diffondendo numerosi negozi online poiché più economici e che non comportano un impegno da mattina a sera e permettono di concordare direttamente con il cliente la consegna o la spedizione del prodotto.

Ci sono diversi luoghi dove si può trovare la merce per il business:
Produttori: E’ possibile acquistare prodotti direttamente dai produttori, dopo aver scoperto dove sono. Si può utilizzare Internet per la ricerca dei vari tipi di prodotti che si desidera vendere, quindi contattare l’ufficio vendite direttamente e chiedere di parlare con un rappresentante del produttore. Questo tipo di rapporto diretto è molto interessante perché non c’è nessun tramite, il che significa che di solito è possibile negoziare prezzi migliori per le merci.
Grossisti: acquistare da un grossista può essere vantaggioso in quanto darà l’accesso a una vasta gamma di prodotti provenienti da molti produttori. Sicuramente ci sarà un grande risparmio di tempo perché non si dovranno prendere contatti diretti con tutta una serie di fornitori per conto vostro. Ancora una volta, Internet può essere una risorsa fantastica per individuare i grossisti.
Fiere e Saloni: possono essere fonti di informazioni sui nuovi prodotti per la cura e per l’alimentazione degli animali domestici. I fornitori e i produttori spesso organizzano questi spettacoli, nella speranza di vendere prodotti, e perciò si potrà parlare direttamente con un rappresentante dei produttori quando ci si ferma nei loro stand. Bisogna assicurarsi di portare una buona scorta di biglietti da visita a questi eventi, e i cataloghi dei prodotti che potrebbero essere interessati per poi poterne parlare in seguito.
Artigiani: contattare piccoli artigiani che producono oggetti (collari, guinzagli, copertine, ecc.) artigianali fatti a mano, su misura ed unici.

In linea di massima, aprire un negozio di animali è molto semplice, è necessario fare denuncia di inizio attività presso il comune in cui risiederà il negozio. Occorre, inoltre, avere la certificazione igienico sanitaria rilasciata dal servizio di medicina veterinaria dell’asl di competenza. Inoltre, sarà necessario aprire la partita iva e iscriversi al registro imprese alla Camera di Commercio.
Comunque, è sempre consigliabile informarsi presso il comune e la camera di commercio di competenza, poiché alcune disposizioni potrebbero cambiare da comune a comune.
Un buon commercialista potrebbe esservi d’aiuto per esplicare queste pratiche e per la gestione fiscale e contabile del negozio di animali.

Vedi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *