Quanto incide l’apparire?


Uno degli aspetti più importanti e da non sottovalutare quando si lavora è la propria autostima: specialmente quando si svolge un lavoro a stretto contatto con altra gente, può capitare a volte di sentirsi inadeguati ed insufficienti.

Ciò accade più facilmente a lavoratori di sesso femminile, ed ancora più spesso negli uffici od in contesti in cui la “presenza fisica” abbia una certa rilevanza: quante sono al giorno d’oggi le donne che non danno importanza al proprio aspetto fisico? Vi è mai capitato di recarvi in un ufficio e vedere una donna in abbigliamento sportivo o poco curato?

In effetti, vige oggi la regola della “buona presentazione”, ma non è sempre così facile mantenersi “in forma” rispetto agli altri: non tutti, infatti, possiedono le medesime capacità e possibilità economiche per indossare degli abiti firmati, o per ornare il proprio corpo di gioielli ed abiti di alta moda. Ciò è un indice molto importante di come oggi il lavoro viene visto, sia dal lavoratore in sé che da chi offre potenzialmente il lavoro: a chiunque sarà capitato di recarsi ad un colloquio conoscitivo con una agenzia o con un potenziale datore di lavoro, e chiedersi se il proprio abbigliamento fosse adeguato.

E chi non ha mai visto un annuncio lavorativo in cui fosse rilevante e richiesta la buona presenza?

Questo accanimento nei confronti della prestanza fisica, del bel vestire e dell’apparire, sta in un certo senso screditando l’impegno ed il sacrificio che invece dovrebbero essere essenziali sia in fatto di richieste di lavoro sia durante gli orari lavorativi: vestirsi bene, indossare l’abito all’ultima moda o gli orecchini pagati profumatamente, sta diventando quasi più importante che svolgere bene le pratiche e le mansioni che ci vengono richieste.

Certo, è pur vero che di fronte a questa maggioranza rivolta all’apparire c’è anche una minoranza a cui poco importa dell’indumento o del modo in cui si va vestiti in ufficio: l’autostima, infatti, è un valore soggettivo, ed ognuno di noi si sente stimato ed apprezzato in determinati casi e con l’ausilio di determinati fattori.

E’ chiaro che il modo in cui ci presentiamo agli altri deve avere il suo valore, specialmente se il lavoro che svolgiamo un lavoro che va del tutto a contatto con le persone: non è bello avere a che fare con un impiegato che ha poca cura del proprio corpo e che non conferisce importanza alla propria persona fisica. E’ anche vero, però, che l’autostima non deve dipendere essenzialmente da questo: il modo in cui ci presentiamo agli altri deve essere un valore aggiunto rispetto al modo in cui svolgiamo il nostro lavoro ed adempiamo ai nostri compiti.

E’ decisamente più positivo ricevere dei complimenti su come svolgiamo le pratiche, su come ci comportiamo con le persone e sul nostro effettivo impegno profuso in ambito lavorativo, che essere vezzeggiati per il nostro aspetto fisico: dimostrare la propria prestanza con abiti troppo lontani dalla serietà richiesta in un ufficio può anche essere motivo di urto con i propri colleghi. Per questo motivo, il modo migliore per presentarsi agli altri nel contesto lavorativo è lo stesso che utilizziamo nel contesto personale: si può essere eleganti anche con un abito non troppo costoso e soprattutto non troppo appariscente, senza per questo offendere il buon senso degli altri ed il gusto estetico dei nostri colleghi.

Per questo motivo, anche se l’apparenza ed il nostro modo di apparire possono essere giudicati in un modo o nell’altro nel primo impatto, sarà il nostro impegno ad avere la meglio: a nessuno importa se indossiamo abiti Armani e poi siamo negligenti o maleducati.

Chi disse che la vera bellezza è dentro di noi, e non fuori, forse non aveva tutti i torti.

Ad ogni modo, visto che per molti è importante anche l’aspetto fisico, il consiglio generale è quello di non strafare e di cercare sempre di adeguarsi alle situazioni che si hanno di fronte, perché è essenziale che l’autostima non si limiti ad una banale accozzaglia di vestiti, ma sia qualcosa di più profondo e motivato: l’impegno, il sacrificio, gli sforzi con cui cercherete di portare a termine un progetto, verranno valutati e sicuramente premiati molto più del vestito che portate addosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.