Aprire una pista di pattinaggio su ghiaccio


Nonostante la sua lunga storia, il pattinaggio su ghiaccio è oggi sempre più attuale, praticato per semplice divertimento o per sport, sempre più gente, attratta dalle eleganti figure dei pattinatori desidera mettersi in gioco e provare l’ebbrezza di scivolare sul giaccio.
Infatti, il pattinaggio su ghiaccio è uno sport divertente e adatto a tutti, e sempre più spesso famiglie e comitive di amici decidono di passare qualche ora in compagnia scorrazzando e volteggiando sulle piste.
Pensando a questo sport così piacevole abbiamo deciso di pubblicare una proposta imprenditoriale di sicuro interesse per tutti coloro che vogliono investire in un’attività ludica e piacevole da gestire.
L’azienda che vi presenteremo è la “JOKER di Santin Claudio & c s.n.c.” e si occupa della costruzione, vendita e gestione di piste per il pattinaggio su ghiaccio “sintetico”.
La moderna tecnologia offre infatti la possibilità di ottenere le medesime prestazioni normalmente ottenibili su una pista di ghiaccio vero mediante impiego di speciali laminati plastici opportunamente trattati e mantenuti. Al riguardo invitiamo a visitare il nostro sito www.jokerpiste.com .
1. I vantaggi rispetto al ghiaccio vero sono entusiasmanti in quanto non occorre alcun impiego di energia elettrica per la produzione del freddo e quindi del ghiaccio; la manutenzione è ridotta ad un  intervento di un paio di ore ogni 7-10 giorni contro la mezz’ora ogni turno di due ore di pattinaggio su ghiaccio tradizionale (passaggio della Rolba per lisciare il ghiaccio); non da ultimo il costo dell’impianto è sensibilmente più modesto. Il materiale non è tossico o nocivo e, a fine carriera è perfettamente riciclabile.
2. Non teme le intemperie, si può utilizzare in qualsiasi stagione, dal gelo al sole di luglio, si può posare semplicemente su qualsiasi superficie piana, la struttura è autoportante.
3. L’ iniziativa è rivolta, in prima approssimazione, a candidati imprenditori in comuni di circa 20.000 abitanti o che racchiudano tale bacino d’utenza, che dispongono di un’area scoperta totale di circa 300 mq (per una pista utile di 100-150 mq) in una via centrale, semicentrale o sufficientemente conosciuta.
4. La gestione di una pista di pattinaggio trae profitto dall’ingresso dei pattinatori e dal noleggio dei pattini; offre però anche idonea occasione per abbinare un chiosco per la somministrazione di bevande e stuzzichini da passeggio gelati ecc; le balaustre offrono una superficie notevole per la diffusione di pubblicità locale; anche l’impianto sonoro offre occasione di guadagno per la diffusione di spot commerciali.
5. L’impianto, ludico sportivo, può assolvere più funzioni: discoteca sui pattini di sera e piattaforma per le tipiche attività invernali al mattino ove alunni di scuole primarie possono sperimentare ciò che fin’ora era prerogativa delle comunità montane, al riguardo molte Regioni hanno comunque in bilancio contributi per le scuole che intendano promuovere attività sportive come ad esempio: Legge Regionale FVG 3 aprile 2003 n.8, articolo 20
6. L’impianto è tra quelli compresi nell’elenco di cui all’art 4 della Legge 18 marzo 1968 nr 337 sebbene con alcune limitazioni. Questa condizione lo qualifica come attrazione dello spettacolo viaggiante, sia essa in forma itinerante che in forma fissa nell’ambito dei parchi di divertimento (ogni comune dovrebbe in base alla medesima Legge avere individuato le zone e regolamentarle). In tale veste giuridica, il gestore munito di licenza ex art 69 T.U.L.P.S. ottiene numerosi benefici: esenzione dall’emissione dello scontrino fiscale, sconto dell’80% delle tariffe di cui alla tassa di occupazione suolo pubblico, fornitura di energia elettrica a tariffa industriale. Per quanto fin qui detto, la società JOKER di Santin Claudio & c s.n.c. è in grado di fornire l’impianto omologato dal Comune ove viene costruito, munito di targhetta identificativa, manuale istruzioni uso manutenzione ecc e libretto di dotazione così come previsto dal D.M. 18 maggio 2007.
7. Le formule proposte comprendono trasmissione know how, istruzione, assistenza tecnica.
-fornitura del solo pavimento slidefloor consegnato e posato ove, ad esempio il futuro gestore provvederà in proprio alla costruzione di balaustre anche se la stessa non è obbligatoria (esistono altri accorgimenti)
-fornitura di pavimento slidefloor e balaustra smontabile
-fornitura di pavimento slidefloor, pedana (in caso di pavimento sottostante irregolare, sconnesso, prato ecc) con balaustra integrata
-omologazione D.M. 18 maggio 2007 istruzioni, adempimenti, autorizzazioni ecc.
-fornitura casetta magazzino cassa munita di certificazione statica e dinamica, gazebo, pattini rental, olio slideskate, servizio affilatura pattini.
8. Infine, solo per la regione Friuli Venezia Giulia, possiamo prestare assistenza amministrativa per ottenere un contributo pari al 50% dell’investimento con un massimale di 15.000 € a fondo perduto per ogni persona disoccupata o in mobilità così come viene previsto dalla L.R. 18/2005 art. 31. Per le altre regioni, il fondo europeo di rotazione, prevede più o meno lo stesso contributo ma viene regolato regione per regione in maniera differente, a volte anche attraverso l’istruzione da parte di enti concessionari; comunque siamo sempre in grado di fornire informazioni preliminari.

Per maggiori informazioni :
Joker snc di Santin Claudio & c
Via dei Mari, 12
33082 Azzano Decimo (PN)
e-mail: jokerpiste@libero.it
cel./ (+39) 3382641415

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.