Aprire una società a Mauritius


Mauritius, o meglio Repubblica di Mauritius, è una nazione insulare che si trova nella parte sud-occidentale dell’Oceano Indiano Fa parte delle Isole Mascarene, un arcipelago di origine vulcanica che potrebbe appartenere ad una catena sommersa che comprende anche le Seychelles e Réunion. Geograficamente Mauritius fa parte del continente africano. Oltre a Mauritius, che è l’isola principale, la Repubblica è composta anche da Saint Brandon, Rodrigues e le Isole Agalega.

Mauritius è l’unico stato africano che ha un sistema politico e delle istituzioni pienamente democratiche. L’economia di Mauritius è basata principalmente sull’agricoltura, mentre i settori industriale, finanziario, turistico e tessile sono in continua crescita. Infatti, tutti i recenti governi puntano molto sull’investimento estero, un po’ in tutti i settori.

Tassazione delle società a Mauritius

A Mauritius, l’imposta sulle società che svolgono attività di impresa nel campo dell’esportazione o se l’impresa immette di nuovo i ricavi nell’esportazione la tassazione è pari allo 0%. Queste società dovranno pagare solo una licenza annuale. Invece, in tutti gli altri casi, l’imposta sulle società è del 15%, alle quali viene però applicato un credito d’imposta dell’82% e se dimostrano di aver pagato le imposte all’estero, vengono completamente esentate dalle tasse. L’imposta sulle persone fisiche viene calcolato in base al reddito. Le aliquote possono essere dallo 0% fino al 22,50%. L’IVA è del 15%. Inoltre, non si applicano imposte sulle plusvalenze, sui dividendi o su tutti quei flussi che appartengono a soggetti non residenti.

Generalmente si apre una società a Mauritius per costituire una società offshore, per effettuare commercio internazionale, per il commercio online, o per operare in borsa o sul mercato dei cambi.

Requisiti necessari per aprire una società a Mauritius

La forma generale che viene utilizzata per aprire una società a Mauritius è la Global Business Licence (GBL2). Gli azionisti e gli amministratori possono essere da qualsiasi parte del mondo, ma la sede legale deve essere all’interno del territorio di Mauritius. E’ possibile utilizzare dei prestanome per poter mantenere l’anonimato.

Il capitale sociale non deve essere pagato.

Sarà necessario aprire un conto corrente bancario in multivaluta.

Molto importante è che queste società non vengano utilizzate per avere rapporti diretti con l’Europa. In questo caso, sarà necessaria la costituzione di una società residente ovvero una GBL.

Perché aprire una società a Mauritius

Aprire una società a Mauritius vuol dire usufruire una tassazione molto agevolate ed avere la certezza di poter rimanere anonimi.

E’ molto importante ricordare che a Mauritius esiste una rete di trattati contro la cosiddetta “doppia imposizione”, ed, inoltre, ci sono molti accordi bilaterale di promozione degli investimenti che garantiscono maggiore protezione contro i rischi di investimento.

Inoltre, Mauritius ha un particolare sistema che unisce le società residenti ( GBL1) con accesso a molte convenzioni fiscali del paese, e le GBL2, società offshore, che sono senza tasse, ma escluse dal beneficio dei trattati.

Mauritius, che è sufficientemente al di fuori delle aree di influenza europea e americana, fa parte degli ultimi paradisi fiscali tradizionali che offrono una certa sicurezza e una certa stabilità.
Il sistema bancario è di buona qualità, e le banche locali sono più amichevole per i non residenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.