Creare e Vendere Candele


La candela ha una storia molto lunga e varia, per lunghi secoli utilizzata per illuminare gli ambienti, oggi è diventata un complemento d’arredo ricercato, che contribuisce a creare ambienti caldi e eleganti, con atmosfere affascinanti ed etniche. Nonostante il tempo e l’evoluzione dei processi produttivi, ancora oggi le migliori candele sono fatte a mano, da artigiani che con passione, creano oggetti preziosi e unici. Le candele più pregiate sono fatte di cera d’api, a volte utilizzando solo questo prezioso ingrediente, altre volte miscelandolo con prodotti artificiali, poiché essa è un ingrediente molto costoso. Infatti le comuni candele decorative dedicate ad un mercato non sofisticato sono create esclusivamente utilizzando delle cere sintetiche.
Per reperire gli ingredienti e iniziare la nostra attività potremo rivolgerci agli apicoltori locali per la cera d’api e ai negozi di hobbistica e bricolage per i prodotti sintetici, come la paraffina e la stearina. Molteplici sono i disegni realizzabili con la cera, in commercio troveremo gli stampi per le creazioni più comuni, ma se si vuole fare di quest’attività un business, dovremo puntare su forme, disegni e profumazioni uniche. Vari sono i procedimenti per creare una candela, di seguito vediamo i metodi più comuni, ma non ci dilunghiamo nell’aspetto tecnico della produzione, poiché l’obbiettivo di questo articolo non è insegnarvi a modellare una candela, ma darvi una valida idea di business.
Il metodo più semplice è quello a immersione, dopo aver fatto fondere la cera a bagnomaria in un pentolino o in una vaschetta apposita, si immerge lo stoppino nella cera poi lo si estrae, e lo si fa raffreddare, si ripete l’operazione più volte fino a ottenere una candela di dimensioni e spessore voluto. Con questo sistema si ottengono le classiche candele a cono. Si potranno realizzare anche candele con appositi stampi, si taglia lo stoppino e lo si fa passare attraverso il foro presente nello stampo, dopo di che, lo si annoda da una estremità, si lega l’altra estremità superiore dello stoppino ad una matita o ad uno stuzzicadenti e lo si fissa in modo che resti ben teso e centrato nello stampo, dopo si andrà a versare lentamente la cera fusa, facendo attenzione che non si formino bolle di aria nella miscela, poi si attende qualche ora prima di rimuovere la candela dallo stampo. Ci sono poi candele con inserti di materiali e colori diversi, vedi quelle con la frutta o le conchiglie.
Lavorare con la cera oltre a essere divertente potrà diventare una buona fonte di reddito. La vendita delle candele potrà essere svolta presso fiere, mercati, sagre, negozi di articoli da regalo, fioristi e centri dedicati al giardinaggio.
Una volta acquisita l’esperienza necessaria per creare oggetti “Particolari”, potremo progettare disegni esclusivi per i clienti abituali. Ci si vedrà commissionare candele con le date di compleanno o con segni zodiacali, candele per matrimoni con i nomi degli sposi e la data di nozze dipinta in oro e molte altre idee particolari realizzate per giorni e occasioni da ricordare.
Il periodo più propizio alla nostra attività sarà il periodo natalizio, quando tutti sono alla ricerca di un oggetto insolito e unico da regalare a parenti e amici.
Per aumentare i profitti dovremo mantenere gli occhi bene aperti e valutare tutte le opportunità di mercato, anche quelle considerate più insolite, per introdurre il nostro prodotto in mercati inesplorati. Per esempio, pochi sono coloro che nei cesti natalizi contenenti alimenti,inseriscono una candela natalizia, pochi pensano ad una candela con il proprio logo aziendale come prodotto pubblicitario, da distribuire come oggetto promozionale alternativo alle solite agende, penne, diari ecc., si potranno anche proporre le proprie creazioni nelle varie località turistiche, come ricordo di una vacanza particolare. La candela è uno dei pochi oggetti che ben si adatta alle varie tipologie di mercato, si può spaziare dalla candela pregiata dedicata al mercato del lusso, alla candela pura da dedicare al mercato esoterico, ci occorrerà solo creatività e iniziativa per promuovere il prodotto nel modo e nelle forme più redditizie.

Il Commerciale.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.