Aprire una Merceria


Le mercerie dei nostri tempi sono molto diverse rispetto a quelle del passato. Gli assortimenti e le svariate tipologie di filati, anche di pregio, che si trovano contribuiscono ad incrementare il fascino di queste botteghe. Le persone che si rivolgono alle mercerie per acquistare lane particolari, ma anche piccoli accessori per il cucito e altri oggetti sono in deciso aumento.
Coloro i quali sono appassionati di cucito, ricami o altri hobby frequentano di sovente le mercerie e spesso diventano clienti affezionati; inoltre, bisogna sottolineare che recentemente c’è stato un forte ritorno al “cercare di riparare” anziché acquistare il nuovo. Questo ha comportato un aumento dei guadagni delle mercerie che offrono tutto ciò di cui si abbisogna per riparare o ammodernare un capo.
Per aprire una merceria, rispettando le leggi, è necessario richiedere l’apertura di una partita IVA ed iscriversi presso il registro delle imprese della camera di commercio che deve essere effettuata entro e non oltre trenta giorni dal momento in cui si è avviata l’attività.
Inoltre è necessario comunicare al Comune di appartenenza l’inizio dell’avvio della propria attività. Sempre al Comune è necessario chiedere l’autorizzazione per poter mettere un’insegna; l’importo della tassa varia secondo il Comune di appartenenza. E’ obbligatorio iscriversi all’Inps. Per poter sbrigare tutte le pratiche burocratiche è opportuno chiedere il supporto di un commercialista che si occuperà anche della parte fiscale e contabile. Da non trascurare l’iscrizione alle associazioni di categorie, che forniscono numerosi chiarimenti ed un valido supporto.
Il locale scelto deve essere adeguato e soprattutto deve avere la destinazione d’uso adeguata che è quella commerciale.
La scelta del locale dove aprire la merceria è fondamentale perché deve essere dotato di un piccolo magazzino, di un bagno e di una bella vetrina ampia.
E’ importante che il locale sia situato in una zona di passaggio come un centro storico o una via importante; valutate anche la vicinanza con un parcheggio. Considerate anche se nella stessa zona esistono delle altre mercerie e quale distanza vi è fra loro e voi.
Se decidete di lavorare da soli, senza un socio, è bene possedere delle nozioni fondamentali che vi aiuteranno a consigliare per il meglio i clienti.
Per essere professionali bisogna conoscere il tipo di merce e l’impiego dei diversi prodotti venduti. I clienti vanno in merceria per essere consigliati da persone esperte del settore. Per diventarlo è possibile frequentare dei corsi di formazione o delle scuole che offrono corsi ad hoc. Queste scuole forniscono delle nozioni su come allestire il punto vendita, come organizzare il magazzino e come scegliere l’assortimento. Inoltre, forniscono delle preziose informazioni sui materiali e sui prodotti in vendita.
Per assicurarsi dei buoni introiti è meglio aprire la merceria in un centro medio grosso, dove la clientela è senz’altro più vasta.
Fra le spese, bisogna considerare quelle per gli arredi, per le scorte e per il materiale in vendita. Soprattutto agli inizi è bene puntare su ciò che è più richiesto. Più avanti si potrà pensare di specializzarsi o di arricchire l’offerta con filati pregiati, piccoli gioielli o altri oggetti.
E’ anche possibile creare all’interno della merceria un piccolo angolo bar, che sicuramente attirerà molti nuovi clienti.
Per riuscire ad avere successo è fondamentale la pubblicità e il farsi conoscere. E’ bene organizzare una piccola festa in occasione dell’inaugurazione del negozio, con un rinfresco e tanti addobbi. Inoltre, decidete di stanziare dei soldi per cartelloni pubblicitari e per il volantinaggio.
Un’altra soluzione per aprire una merceria è quella di rilevare un’attività già esistente. In questo modo si ha già una clientela fidelizzata, si gode già di una certa fama e si risparmia sull’acquisto dell’arredamento e del magazzino. I costi variano secondo dell’ubicazione e secondo la metratura del locale.
Una merceria può essere aperta anche in franchising, infatti esistono svariate case madri che operano in questo settore. Il franchising offre numerosi vantaggi come i corsi di formazioni, il supporto per la scelta del locale e per l’arredamento. I tempi , di solito, sono piuttosto brevi e si aggirano attorno ai quaranta giorni. Scegliere una casa madre dà anche il vantaggio di essere sempre molto aggiornati, competitivi ; inoltre anche persone senza nessuna esperienza nel campo della merceria o del ricamo possono aprire un negozio di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *